Guida completa alla Link Building 2024: Cos’è, Importanza, Strategie e Costi

Esploreremo in dettaglio cos’è la link building, il suo ruolo nell’ecosistema SEO e come implementare efficacemente questa pratica per migliorare la visibilità e l’autorevolezza del tuo sito web.
Link Building: Cos'è e come utilizzarla

La link building è un elemento cruciale nella pratica dell’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO). Nel mondo digitale in continua evoluzione, comprendere appieno il significato, l’importanza e le strategie di link building è fondamentale per il successo online di qualsiasi sito web. In questo articolo, esploreremo in dettaglio cos’è la link building, il suo ruolo nell’ecosistema SEO e come implementare efficacemente questa pratica per migliorare la visibilità e l’autorevolezza del tuo sito web.

Link Building: Cos’è?

La link building, tradotta letteralmente come “costruzione di link“, rappresenta una tecnica SEO off-page volta ad ottenere backlink (o link in entrata) da altri siti web verso il proprio. Questi collegamenti ipertestuali assumono un ruolo fondamentale per l’ottimizzazione di un sito, in quanto:

  • Trasmettono autorevolezza e fiducia: Google considera i backlink come un segnale di valore e affidabilità, aumentando la reputazione del sito web che li riceve.
  • Migliorano il posizionamento nei motori di ricerca: la quantità e la qualità dei backlink influenzano direttamente il ranking di un sito nelle SERP (Search Engine Result Pages).
  • Aumentano il traffico organico: i backlink provenienti da siti web pertinenti e di alta qualità possono generare un flusso di visitatori interessati al contenuto del proprio sito.

Importanza della Link Building per Google

Come anticipato, i link sono uno dei primi fattori di ranking utilizzati da Google per posizionare i siti web nei risultati di ricerca. I backlink, ovvero i link che puntano verso il nostro sito da altre fonti, sono interpretati come voti di fiducia da parte di altri siti, confermando l’autorevolezza e l’interesse del contenuto che offriamo. Pertanto, una strategia di link building efficace può contribuire in modo significativo al miglioramento del posizionamento del sito nei risultati di ricerca.

Elementi di un Link: Come riconoscere un “link di qualità”

Ogni link è composto da diversi elementi chiave che ne determinano la qualità e l’efficacia. Uno di questi elementi è l’anchor text, ovvero il testo cliccabile di un link ipertestuale. Un anchor text ben ottimizzato dovrebbe essere pertinente al contenuto della pagina collegata e contenere parole chiave rilevanti per migliorare la sua rilevanza ai fini del posizionamento SEO.

Altri aspetti importanti che riguardano i principali elementi e strategie di ottimizzazione SEO includono l’autorevolezza del sito che fornisce il link, il contesto in cui è inserito il link e la naturalezza del collegamento nel contesto della pagina.
Infine, per valutare la qualità di un link, è importante considerare anche i seguenti parametri:

  • Autorità del sito web di origine: il sito web che fornisce il backlink dovrebbe avere un’alta autorevolezza e reputazione nel suo settore.
  • Pertinenza del sito web di origine: il sito web di origine dovrebbe essere pertinente al tema del proprio sito web.
  • Traffico del sito web di origine: un sito web con un alto volume di traffico organico è più prezioso ai fini della link building.
  • Qualità del contenuto: il contenuto del sito web di origine dovrebbe essere di alta qualità e utile per gli utenti.

Esempio: Un backlink da un sito web con un’alta Domain Authority (DA), un anchor text descrittivo e pertinente al contenuto del proprio sito e un buon posizionamento all’interno del testo ha un valore SEO elevato.

Cos'è la strategia di link building e a cosa serve

Come fare link building: il concetto di EAT

Come anticipato, “fare link building” è un’attività prettamente di SEO tecnica che si concentra sull’ottenimento di backlink da siti web di alta qualità. Tuttavia, fare link building non è solo una questione di ottenere il maggior numero possibile di link, ma piuttosto di concentrarsi sulla qualità e sulla rilevanza di tali collegamenti. Il concetto di EAT (Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness – Competenza, Autorità, Affidabilità) sottolinea l’importanza di creare contenuti di alta qualità, dimostrare competenza nel settore di riferimento e ottenere link da fonti autorevoli e affidabili.

Principali Strategie per Fare Link Building Gratis

Esistono diverse strategie efficaci per ottenere backlink da siti web affidabili e di alta qualità senza dover necessariamente investire ingenti risorse finanziarie. Detto ciò, è bene sottolinare che fare seo link building di qualità richiede tempo e impegno. È fondamentale concentrarsi sulla creazione di contenuti di alta qualità e sulla costruzione di relazioni con altri siti web nel proprio settore. Con un approccio costante e paziente, è possibile ottenere backlink di qualità e migliorare il posizionamento del proprio sito web nei motori di ricerca.
Ora veniamo a noi, in seguito ti suggeriò alcune delle principali strategie per fare link building gratis (o quasi) che stanno riscontrando particolare successo tra i consulenti SEO:

  1. Creare risorse di valore condivisibili e linkabili:
  • Ebook, guide, infografiche, video e altri contenuti di alta qualità possono essere utilizzati per attirare l’attenzione di altri siti web e ottenere backlink.
  • Assicurarsi che i contenuti siano ben realizzati, informativi e utili per il pubblico di riferimento.
  • Promuovere i contenuti sui social media e attraverso altri canali per aumentarne la visibilità.

Esempio: Creare un’e-book completo e gratuito sulle migliori pratiche SEO per il proprio settore.

  1. Sfruttare i social media:
  • Promuovere il proprio sito web e i suoi contenuti sui social media può aumentare la visibilità e generare opportunità per ottenere backlink (clicca qui per approfondire).
  • Condividere i contenuti su LinkedIn, Twitter, Facebook e altri social media pertinenti al proprio settore.
  • Interagire con altri utenti e influencer del proprio settore per costruire relazioni e ottenere opportunità di guest posting.

Esempio: Pubblicare regolarmente post su LinkedIn con link ai propri articoli e guide.

  1. Guest posting:
  • Pubblicare articoli come guest blogger su siti web pertinenti al proprio settore è un ottimo modo per ottenere backlink di qualità.
  • Identificare siti web con un pubblico simile al proprio e proporre la pubblicazione di un articolo originale e di alta qualità.
  • Assicurarsi che l’articolo includa un backlink al proprio sito web.

Esempio: Scrivere un guest post per un blog di settore autorevole, includendo un backlink ad un articolo del proprio sito web su un argomento correlato.

  1. Broken Link Building:
  • Identificare link non funzionanti su siti web pertinenti e proporre la sostituzione con un link al proprio sito web.
  • Utilizzare strumenti online per trovare link non funzionanti.
  • Contattare il proprietario del sito web e proporre la sostituzione del link con uno al proprio sito web, offrendo un contenuto di valore simile o migliore.

Esempio: Trovare un link non funzionante in un articolo di un sito web autorevole e contattare il proprietario per proporre la sostituzione con un link ad un proprio articolo simile.

  1. Trova menzioni del brand prive di link:
  • Monitorare il web per trovare menzioni del proprio brand o dei propri prodotti che non includono un backlink.
  • Contattare i proprietari dei siti web e richiedere l’inserimento di un backlink.
  • Offrire un incentivo, come la condivisione di un loro articolo sui propri canali social, per aumentare le probabilità di ottenere il backlink.

Esempio: Usare Google Alerts per monitorare le menzioni del proprio brand online e contattare i siti web che non includono un backlink.

  1. Emula i backlink dei competitor:
  • Analizzare i backlink dei propri competitor per identificare siti web che potrebbero essere interessati a linkare anche il proprio sito.
  • Utilizzare strumenti SEO per analizzare i backlink dei competitor.
  • Contattare i siti web che linkano i competitor e proporre il proprio sito web come alternativa o come risorsa complementare.

Esempio: Usare un tool SEO per vedere quali siti web linkano i competitor e contattarli per proporre il proprio sito web come risorsa di valore simile.

Servizio di link building: errori da evitare

Il servizio di link building è una delle attività principali di un SEO specialist ed è raccomandato che a svolgere questo tipo di attività potenzialmente influenti sulla SEO, in positivo così come in negativo, siano persone “esperte” nel campo. Uno dei motivi prnicpali è lagalo alla necessità di dover evitare alcuni errori comuni che possono compromettere l’efficacia della strategia e, in alcuni casi, danneggiare il posizionamento del sito web. Ecco alcuni dei principali errori da evitare:

  • Acquistare backlink: Google e gli altri motori di ricerca sono in grado di identificare i backlink a pagamento e penalizzare i siti web che li utilizzano.
  • Utilizzare siti web di bassa qualità: Ottenere backlink da siti web con un’alta Domain Authority (DA) è importante, ma è fondamentale che questi siti web siano anche pertinenti al proprio settore e abbiano un buon traffico organico.
  • Utilizzare anchor text non pertinenti: L’anchor text dovrebbe essere descrittivo e pertinente al contenuto del sito web di destinazione. L’utilizzo di anchor text generici o non pertinenti può essere considerato spam da Google.
  • Eseguire una campagna di link building troppo velocemente: Aumentare il numero di backlink in maniera troppo repentina può insospettire Google e portare a penalizzazioni. È consigliabile aumentare il numero di backlink gradualmente nel tempo.
  • Non monitorare i risultati: È importante monitorare i risultati della propria campagna di link building per valutare l’efficacia delle strategie adottate e apportare le modifiche necessarie.

Esempio: Monitorare il numero di backlink, il traffico organico e il posizionamento del proprio sito web nei motori di ricerca per valutare l’impatto della campagna di link building.

Attività cattive e penalizzanti della link building

Black Hat Link Building: Attenzione alle insidie!

Le tecniche di black hat link building sono strategie volte a manipolare l’algoritmo di Google per ottenere un posizionamento migliore nei motori di ricerca. Tuttavia, queste tattiche sono spesso rischiose e possono portare a penalizzazioni da parte di Google. Evitare le tecniche Black Hat SEO è fondamentale per la salute del proprio sito web, sopratutto dopo l’introduzione dell’aggiornamento Penguin” di Google, lanciato nel 2012 per contrastare le tattiche Black Hat SEO. L’algoritmo identifica e penalizza i siti web che utilizzano link artificiali, danneggiandone il posizionamento.. Esistono alternative più etiche e sicure per ottenere backlink di qualità, come la creazione di contenuti di valore e la guest blogging.

Ecco alcuni esempi di tecniche black hat link building da evitare:

  • Acquistare backlink: Google considera l’acquisto di backlink una pratica illegittima e può penalizzare i siti web che la utilizzano.
  • Scambio di link: Lo scambio di link tra siti web non è visto di buon occhio da Google e può essere considerato una forma di spam.
  • Commentare blog con link non pertinenti: Inserire commenti con link non pertinenti in blog e forum è una tattica spam che può essere penalizzata da Google.
  • Creare siti web di bassa qualità solo per ottenere backlink: Google è in grado di identificare i siti web di bassa qualità e di escluderli dai suoi risultati di ricerca.

Esempio: Un sito web che acquista backlink da siti web di bassa qualità o che utilizza tecniche di spam nei commenti dei blog rischia di essere penalizzato da Google.

Campagna link building: la differenza tra link nofollow e dofollow

I link nofollow e dofollow sono due tipi di attributi rel che possono essere utilizzati per specificare la relazione tra un sito web di origine e un sito web di destinazione.

  • Link nofollow: I link nofollow non trasmettono PageRank (un valore che Google utilizza per valutare l’autorevolezza di un sito web) al sito web di destinazione. Questi link sono spesso utilizzati per link a siti web esterni, social media o contenuti sponsorizzati.
  • Link dofollow: I link dofollow trasmettono PageRank al sito web di destinazione e sono quindi più preziosi ai fini della SEO. Questi link sono generalmente utilizzati per link a siti web pertinenti e di alta qualità.

Esempio: Un link nofollow potrebbe essere utilizzato per un link a un sito web di social media, mentre un link dofollow potrebbe essere utilizzato per un link a un sito web di un partner commerciale.

Quanto Costa Fare Link Building?

Il costo della link building può variare notevolmente in base alla complessità della strategia, alla quantità e qualità dei backlink desiderati e alla competizione nel settore di riferimento. Alcune aziende scelgono di gestire internamente le proprie campagne di link building, mentre altre preferiscono affidarsi a agenzie specializzate che offrono servizi personalizzati in base alle esigenze specifiche del cliente.
In ogni caso, possiamo affermare con certezza che il costo di una campagna di link building varia in base a diversi fattori:

  • Dimensione e complessità del sito web.
  • Obiettivi della campagna.
  • Strategia di link building scelta.
  • Qualità dei link desiderati.

Internal Link Building: A Cosa Servono i Link Interni?

A conclusione del nostro articolo sulla link building e la sua importanza, non bisogna trascurare l’importanza dei link interni del proprio sito web (Internal Link Building). Questi collegamenti ipertestuali non solo facilitano la navigazione degli utenti tra le diverse pagine del sito, ma contribuiscono anche a distribuire l’autorità di pagina in modo equilibrato, migliorando così il posizionamento complessivo del sito nei motori di ricerca. Tra le funzioni principali dell’internal link building troviamo:

  • Migliorare la struttura del sito web e la navigazione per gli utenti.
  • Trasmettere PageRank alle pagine più importanti del sito.
  • Aiutare i motori di ricerca a comprendere l’architettura del sito e il contenuto delle pagine.
Condividi:
Facebook
WhatsApp
LinkedIn

Il prossimo progetto è il tuo!