Web Analytics Made Easy - Statcounter

Bando Resto al Sud 2024: Opportunità per Giovani Imprenditori nel Mezzogiorno

In questo articolo, esploreremo nel dettaglio cos’è il Bando Resto al Sud 2024, a chi è rivolto, quali sono i requisiti necessari per beneficiare di questo programma, come funziona e quali spese sono ammissibili.
Bando Resto al Sud 2024

Bando Resto al Sud 2024: Agevolazioni, Requisiti e Scadenze

Nel panorama delle iniziative per favorire lo sviluppo economico delle regioni del Mezzogiorno d’Italia, il “Bando Resto al Sud 2024” rappresenta un’importante opportunità per i giovani imprenditori e per coloro che desiderano avviare nuove attività nel Sud Italia. Questo programma, promosso da Invitalia, mira a sostenere le idee imprenditoriali innovative, contribuendo a ridurre il divario economico tra il Nord e il Sud del Paese.
In questo articolo, esploreremo nel dettaglio cos’è il Bando Resto al Sud 2024, a chi è rivolto, quali sono i requisiti necessari per beneficiare di questo programma, come funziona e quali spese sono ammissibili. Inoltre, guideremo passo passo nella presentazione della domanda, fornendo tutte le informazioni necessarie per non perdere questa preziosa occasione. Approfondiremo ogni aspetto del bando, con l’obiettivo di offrire un quadro completo e dettagliato, in grado di rispondere a tutte le possibili domande dei potenziali beneficiari.

Bando Resto al Sud 2024: Cos’è?

Il Bando Resto al Sud 2024 è un’iniziativa governativa gestita da Invitalia, l’Agenzia nazionale per lo sviluppo. Il programma mira a incentivare la nascita di nuove imprese e lo sviluppo di attività imprenditoriali nel Mezzogiorno d’Italia, coprendo Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
L’obiettivo è quello di sostenere i giovani imprenditori under 56, fornendo loro i mezzi finanziari necessari per avviare o ampliare un’attività, favorendo così lo sviluppo economico locale e creando nuovi posti di lavoro.

Il bando si distingue per la sua flessibilità e l’ampiezza delle agevolazioni offerte, che includono sia contributi a fondo perduto che finanziamenti a tasso agevolato. Questa combinazione permette ai beneficiari di avere accesso a risorse finanziarie significative, senza dover sostenere un onere finanziario eccessivo. Il Bando Resto al Sud è quindi uno strumento fondamentale per chi desidera dare vita a progetti imprenditoriali innovativi nel Sud Italia.

A chi è rivolto?

Il Bando Resto al Sud 2024 è rivolto principalmente ai giovani imprenditori di età compresa tra i 18 e i 55 anni che risiedono nelle regioni del Mezzogiorno d’Italia. Tuttavia, possono partecipare anche coloro che, pur non essendo residenti, intendono trasferirsi in una delle regioni interessate entro 60 giorni dall’accettazione della domanda (120 giorni per i residenti all’estero). Questo requisito sottolinea l’importanza di favorire non solo lo sviluppo economico locale, ma anche il ritorno e la permanenza dei giovani talenti nel Sud Italia.

Inoltre, il bando è aperto sia a chi vuole avviare una nuova impresa sia a chi intende ampliare un’attività già esistente. Possono partecipare diverse tipologie di imprese, inclusi liberi professionisti e società cooperative, purché il progetto imprenditoriale sia innovativo e contribuisca allo sviluppo economico del territorio. È importante notare che non possono beneficiare del bando coloro che hanno già ottenuto altre agevolazioni pubbliche per l’autoimprenditorialità.

Responsabili della cura delle pratiche relative Bando Resto al Sud 2024

Requisiti necessari per beneficiare di “Resto al Sud” 2024

Per poter accedere alle agevolazioni previste dal Bando Resto al Sud 2024, è necessario soddisfare una serie di requisiti specifici. Questi requisiti sono stati pensati per garantire che le risorse vengano allocate a progetti imprenditoriali realmente promettenti e capaci di generare un impatto positivo sul territorio.

Innanzitutto, come già accennato, il bando è rivolto a giovani di età compresa tra i 18 e i 55 anni. È fondamentale essere residenti in una delle regioni del Mezzogiorno o impegnarsi a trasferirsi entro i termini previsti. Inoltre, i candidati non devono essere titolari di un’attività d’impresa in esercizio alla data del 21 giugno 2017 o aver ricevuto altre agevolazioni simili negli ultimi tre anni.

Un altro requisito essenziale riguarda la capacità di presentare un progetto imprenditoriale dettagliato e realistico. Il business plan deve includere una descrizione chiara dell’attività che si intende avviare, gli obiettivi da raggiungere, il piano di marketing, e una previsione dei costi e dei ricavi. Questo documento è cruciale per dimostrare la fattibilità del progetto e ottenere l’approvazione delle agevolazioni richieste.

Infine, è importante che i candidati non abbiano pendenze penali o situazioni di inadempienza nei confronti della pubblica amministrazione. La trasparenza e la correttezza amministrativa sono condizioni indispensabili per accedere ai fondi messi a disposizione dal bando.

Come funziona il Bando Resto al Sud?

Il Bando Resto al Sud 2024 prevede una serie di agevolazioni economiche progettate per sostenere i giovani imprenditori nella fase di avvio o espansione delle loro attività. Queste agevolazioni sono composte da contributi a fondo perduto e finanziamenti a tasso agevolato, il che permette di ridurre significativamente il carico finanziario iniziale per i nuovi imprenditori.

La composizione delle agevolazioni prevede che il 50% del contributo totale sia erogato sotto forma di finanziamento bancario a tasso zero, mentre il restante 50% è costituito da un contributo a fondo perduto. Questo significa che metà del finanziamento ricevuto non dovrà essere restituito, riducendo così il rischio finanziario per i giovani imprenditori. Il totale del contributo economico può arrivare fino a 200.000 euro per le società composte da più soci, e fino a 60.000 euro per i singoli imprenditori.

Spese Ammissibili

Per quanto riguarda le spese ammissibili, il Bando Resto al Sud 2024 copre una vasta gamma di costi necessari per l’avvio o l’espansione dell’attività imprenditoriale. Tra queste spese rientrano:

  • Attrezzature e macchinari: acquisto di strumenti e macchinari necessari per lo svolgimento dell’attività.
  • Ristrutturazione e adeguamento dei locali: costi relativi alla ristrutturazione dei locali destinati all’attività, con un limite massimo del 30% del programma di spesa.
  • Software e tecnologie informatiche: acquisto di software gestionale, di sviluppo e altre tecnologie informatiche utili per l’attività.
  • Materie prime e materiali di consumo: acquisto delle materie prime necessarie per la produzione.
  • Consulenze specialistiche: spese per consulenze tecniche e professionali necessarie per l’avvio dell’attività.

Queste spese devono essere chiaramente dettagliate nel business plan presentato al momento della domanda, e devono essere strettamente legate all’avvio e allo sviluppo del progetto imprenditoriale.

Presentazione della domanda per il bando “Resto al Sud” 2024

La procedura per la presentazione della domanda al Bando Resto al Sud 2024 è strutturata in modo da essere il più possibile accessibile e trasparente. I candidati devono innanzitutto registrarsi sulla piattaforma online di Invitalia, dove potranno trovare tutti i moduli e le informazioni necessarie per compilare la domanda.

Il processo di presentazione della domanda prevede diversi passaggi, tra cui:

  1. Registrazione sulla piattaforma: creazione di un account personale sul sito di Invitalia.
  2. Compilazione della domanda: inserimento di tutte le informazioni richieste, inclusi i dati anagrafici, il business plan dettagliato e la documentazione finanziaria.
  3. Invio della domanda: una volta completata, la domanda deve essere inviata tramite la piattaforma online.
  4. Valutazione della domanda: Invitalia procederà alla valutazione delle domande ricevute, verificando la sussistenza dei requisiti e la qualità del progetto presentato.
  5. Esito della domanda: i candidati riceveranno una comunicazione con l’esito della valutazione e, in caso di esito positivo, le istruzioni per procedere con la firma del contratto e l’avvio del progetto.

Imprenditori studiano progetto per il Bando Resto al Sud 2024

Quando scade il bando resto al sud?

La scadenza per la presentazione delle domande è un elemento cruciale per i candidati. Il Bando Resto al Sud 2024 ha una finestra temporale specifica entro la quale è possibile inviare le domande. È importante monitorare il sito di Invitalia per essere aggiornati sulle date di apertura e chiusura del bando, poiché eventuali modifiche possono essere comunicate anche in corso d’opera.

Generalmente, il bando rimane aperto per diversi mesi, consentendo ai candidati di avere il tempo necessario per preparare tutta la documentazione richiesta. Tuttavia, è consigliabile presentare la domanda il prima possibile, per evitare problemi legati a eventuali sovraccarichi della piattaforma o ad altre complicazioni dell’ultimo minuto.

Web Agency Netkom: il Giusto Partner per la Crescita di Impresa

La nostra web agency può rappresentare un ottimo partner per la realizzazione di siti web, software gestionali personalizzati e CRM su misura, grazie alla nostra esperienza pluriennale e al nostro approccio orientato al cliente. Da anni collaboriamo con diverse realtà specializzate, garantendo un supporto completo per il completamento della domanda e l’acquisizione dei fondi del Bando Resto al Sud.
Il nostro team di esperti è in grado di sviluppare soluzioni tecnologiche avanzate che rispondono alle specifiche esigenze imprenditoriali, facilitando la gestione operativa e il miglioramento delle performance aziendali. Affidarsi alla nostra web agency significa avere un partner affidabile e competente, capace di guidare ogni fase del progetto, dalla progettazione alla realizzazione, fino all’ottenimento delle agevolazioni necessarie per avviare o espandere la propria attività nel Sud Italia.

Condividi:
Facebook
WhatsApp
LinkedIn

Il prossimo progetto è il tuo!

Mettiti in contatto

Raggiungi più clienti con le nostre strategie di marketing su misura. Richiedi un preventivo gratuito!